Stampa PDF

Progetti per profughi a Portovaltravaglia

Dal  26 maggio scorso il Centro di Porto Valtravaglia della Fondazione Asilo Mariuccia  ospita, oltre alle storiche comunità residenziali per minori, un Centro di accoglienza per richiedenti asilo, fuggiti dalla Libia.

Si tratta di un gruppo di 21 profughi provenienti da diverse nazioni centroafricane : Costa d’Avorio, Mali, Burkina Faso, Ghana, Gambia, Nigeria, emigrati  in Libia per lavoro –spesso da qualche anno- e sorpresi dalla guerra civile.

L’età  varia dai 20 ai 45 anni, ed anche le esperienze professionali sono diverse : tra di loro ci sono saldatori, muratori, carpentieri, piastrellisti, autisti.

Oltre alla normale accoglienza è stato necessario organizzare un primo screening sanitario, non effettuato nel mese circa di permanenza a Lampedusa. Con la collaborazione dell’ASL e del personale dell’Ospedale di Lu31.05.11_003ino, in poco più di un mese è stato possibile attivare una prima serie di esami di controllo su patologie contagiose  purtroppo ancora diffuse nel continente africano, e poi via via una serie di terapie adeguate laddove necessario

Gia dal mese di giugno, grazie anche alla disponibilità e all’impegno di  due insegnanti volontarie, è stato possibile iniziare un corso pomeridiano trisettimanale  di prima alfabetizzazione italiana, accompagnato da un corso di alfabetizzazione tout court per un gruppetti di ospiti totalmente analfabeti.

 Nel mese di agosto, con l’aiuto di due volontari esperti informatici, abbiamo effettuato un primo corso di “alfabetizzazione informatica” in due sezioni (inglese e francese) molto apprezzato dai più giovani, interessati ad utilizzare internet e i suoi strumenti di comunicazione, per riallacciare o mantenere i contatti con la propria comunità, con gli amici o con i parenti.

 Nel frattempo, grazie alla rete di volontariato, è stato possibile garantire ai migranti, oltre all’accompagnamento dei nostri  operatori nei viaggi in Questura, Prefettura, Tribunale, anche un servizio di orientamento e di assistenza legale nelle procedure di richiesta d’asilo, tutt’altro che semplici.

 Rimane il grande scoglio del lavoro: un richiedente asilo per legge non può di norma lavorare.

La Fondazione Asilo Mariuccia, utilizzando l’esperienza decennale di formazione al lavoro del suo Laboratorio di educazione al Lavoro ,destinato ai minori ospiti,  ha sottoposto alla prefettura, quale ente attuatore, un Progetto Pilota di formazione in favore dei migranti ospiti a Porto Valtravaglia, di durata trimestrale, cui hanno gia dato la loro adesione operativa enti locali e parrocchie del territorio luinese . 

eskisehir escort eryaman escort samsun escort bursa escort

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie